L’opinione di Paolo Pombeni. Nuova legge elettorale, si fa presto a dire “modello tedesco”
Giugno 1, 2017
Mdp lancia “l’Alleanza Democratica”: la sinistra si prepara al voto a settembre
Giugno 7, 2017

Hogan come le originali: scoperte due fabbriche clandestine a Napoli

Agenzia di stampa DIRE

Sgominata, a Napoli, banda di falsari di scarpe “Hogan”. È stata la Guardia di Finanza a scoprire due fabbriche clandestine di produzione in serie e di confezionamento delle note calzature: sequestrati 35 macchinari di ultima generazione, 450 paia di calzature unitamente a 133.000 pezzi tra tomaie, suole, etichette, scatole e semilavorati vari che avrebbero consentito la produzione di decine di migliaia di calzature. Quindici le persone denunciate.
I primi sigilli scattano a Casoria dopo che i baschi verdi individuano un’automobile all’interno del quale c’erano scarpe false. Da lì i controlli arrivano all’interno del capannone di circa 200metri quadrati. All’interno 13 persone impegnate nella produzione; laboratori e magazzini a lavoro con energia elettrica rubata, visto che si avvalevano di un allaccio abusivo. Oltre 90mila i prodotti sequestrati. Dopo aver apposto i sigilli alla fabbrica, tempo poche ore e il proprietario presenta una denuncia di furto: spariti tutti i macchinari che venivano utilizzati per la produzione delle false Hogan. Le indagini della Guardia di Finanza di Napoli, dopo aver intercettato un’altra auto con all’interno le scarpe, arrivano così ad una villetta San Pietro a Patierno. Lì, all’interno, c’erano ben otto persone che erano state già individuate nella fabbrica di Casoria e i macchinari che erano stati rubati; anche in questo caso riscontrato un allaccio abusivo alla rete elettrica. In questo caso sequestrati più di 43mila prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *