Napoli, sembra il solito mercato in prospettiva di chi non è interessato a vincere, ma solo a guadagnare!
Gennaio 15, 2018
Cibo, nasce la consulta agroalimentare della Valle del Sarno
Gennaio 15, 2018

Imprese, “Resto al sud”: oltre 1,5 mld di fondi per attività made in Naples

“Nei prossimi mesi sul territorio di Napoli arriverà una somma ingente in risorse, siamo sull’ordine di un investimento complessivo tra Legge 266, bando “Io Resto al Sud”, Pon Metro e Patto per Napoli di oltre 1 miliardo e 500 milioni di euro di fondi. L’esigenza che abbiamo oggi come Amministrazione è quella di mettere le persone e le aziende nelle condizioni migliori di poter utilizzare queste risorse e di diffondere quanto più possibile l’informazione di queste opportunità. Ci aspettiamo che, anche grazie al contributo delle associazioni di categoria come Confesercenti, l’iniziativa abbia un grande successo e che il plafon a disposizione dai bandi venga completamente esaurito”. Così l’assessore al Lavoro e alle Attività economiche del Comune di Napoli, Enrico Panini intervenedo stamane alla sede di Confesercenti provinciale di Napoli per un seminario di approfondimento, organizzato dalla stessa associazione di commercianti, sugli incentivi attivi per le imprese e per le start up, utili al rilancio, alla riqualificazione e al cambio generazionale del tessuto imprenditoriale della Campania.  La Confesercenti, con lo Sportello per le Agevolazioni Fiscali lanciato due mesi fa, si propone di offrire sostegno, indirizzo e chiarimenti per le imprese campane proprio sui tre strumenti finanziari messi in campo da ministero Sviluppo Economico, Invitalia, e Comune di Napoli. Per il presidente di Confesercenti Regionale e Interprovinciale Vincenzo Schiavo, “lo sportello per le agevolazioni di Confesercenti provinciale di Napoli si propone di essere al fianco dei nostri imprenditori e di sostegno per le opportunità per il nostro territorio. La nostra sensibilità è quella di allargare il proiettore su queste agevolazioni, perché spesso vengono commessi errori perché non si conoscono a fondo le opportunità. Il voucher, ad esempio, è una grande opportunità per tutte le imprese che vogliono restare al Sud: ci sono 10mila euro di finanziamento, a fondo perduto, che possono essere investiti in imprese già esistenti o da costituire. Abbiamo spiegato analiticamente anche la ‘267’, la ex 266, in virtù della quale ci sono tre milioni di euro da distribuire nella città di Napoli per sostenere le imprese già esistenti, le partecipate o la rete di imprese, ma anche le organizzazione cittadine. Finanziamenti – chiarisce e conclude Schiavo – non solo atti a migliorare le attività commerciali ma anche volti a restituire decoro alle nostre vie del centro storico di Napoli”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *