Pd, la resa dei conti: lite Graziella Pagano-Andrea Orlando
Aprile 11, 2018
LE ZIBA RIFLESSIONI Il suicidio di Giada nell’epoca della ‘condivisione’ digitale
Aprile 12, 2018

La balena bianconera è ferita, il Napoli ne approfitti, attenzione però ai colpi di coda!

La remuntada italiana contro gli spagnoli stavolta non è riuscita e non ci si può in alcun modo rallegrare della sconfitta della Juventus per il modo in cui hanno perso, lo troveremmo veramente sguaiato. Si accetti tutti il risultato, juventini e avversari, ma gli altri e soprattutto noi tifosi del Napoli  si porti rispetto ad una squadra che ha perso veramente con grande onore, perché vincere in casa del Real Madrid per 3 a 0 fino al minuto 93 e comunque portare una vittoria a casa per 3 a 1 e non rispettare la loro sconfitta nel doppio confronto arrivata per differenza reti sarebbe veramente squallido. Premesso questo, la vita va avanti e pure il calcio, facciamo un grande in bocca al lupo alle romane, uniche rimaste ancora in corsa in Europa e badiamo piuttosto alle vicende di casa nostra perchè questa calda primavera del calcio non è affatto finita. Adesso si va verso altre sfide ugualmente importanti quelle che porteranno al big match  fra Juventus e Napoli con lo scudetto in palio e non si creda che la notte di Madrid non pesi nella testa e nelle gambe della Juventus, perchè quella è una dura mazzata che inevitabilmente anche un super club e una super squadra come la Juventus in qualche modo pagheranno, non sono mica marziani? Dovra adesso essere il Napoli cinico e bravo ad approfittare di qualche nervo scoperto degli avversari diretti. Uscire dalle coppe, paradossalmente, a dispetto di quanto più banalmente si pensi non è mai un toccasana, perché sarà anche vero che si avrà più possibilità di riposare, non ci sono più impegni e lunghi viaggi infrasettimanali, che tra l’altro impediscono di allenarsi al meglio, ma verrà a mancare quella dose di adrenalina che nello sport e nel calcio è sempre fondamentale per affrontare al meglio tutte le competizioni, non trascurando infine anche l’importanza e  l’abitudine di giocare e vincere grandi partite, che hanno più valore di cento allenamenti nel proprio centro sportivo. Tutto questo alla Juventus mancherà nel clou della stagione, ora c’e solo da scoprire se Madrid avrà scalfito quella autostima che nutre la grande mentalità vincente che da sempre caratterizza il Dna bianconero e in tal caso, se il Napoli saprà approfittarne di un loro fisiologico calo di tensione. Milan e Fiorentina per gli azzurri, e Sampdoria e Crotone per i bianconeri, sono rispettivamente gli ultimi  banchi di prova prima dello scontro diretto, che potrà avere un senso solo se il Napoli riuscirà come minimo a mantenere intatto il distacco se non addirittura accorciare qualora la Juventus dovesse inciampare. Non c’e da dire granché altro che non aspettare con grande voglia, curiosità, ed eccitazione quello che accadrà prima, durante e dopo Juventus Napoli, perché qualsiasi altra cosa sarebbe superflua dirla. Prendiamoci il buono della passata notte di Champions sia da parte bianconera, per la prestazione bellissima, che da parte azzurra di trovare avversari inevitabilmente giù di morale e approfittare del loro momento down. Per quanto ci riguarda, godiamoci tutti il prosieguo di questa sfida infinita, perchè adesso veramente non ne vediamo l’ora!

Pippo Trio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *