La sinistra insorge, via Renzi: domani l’assemblea nazionale Pd, nuova possibile scissione
Luglio 6, 2018
Ora è chiaro, De Laurentiis vuol farla pagare a Sarri
Luglio 8, 2018

Come con Benitez, De Laurentiis e Ancelotti in luna di miele a Capri

Evidentemente De Laurentiis i grandi allenatori ama accoglierli così, portandoseli in giro per isole e costiere nostrane, probabilmente per fugargli  tutti i possibili dubbi della scelta napoletana. È un’estate già vista con Benitez e signora cinque anni fa, e ancora una volta De Laurentiis, complice la luna caprese, le tenta tutte pur di sedurre per la seconda volta un grande allenatore e mostrargli che Napoli non è seconda a nessuna delle grandi città in cui personaggi come Benitez e Ancelotti hanno allenato. E allora ecco il primo appuntamento nella suggestiva e ovattata Capri, ma siamo certi, meteo permettendo, che poi ci si sposterà a Ischia, Sorrento, Positano  con i loro profumi, l’azzurro del mare,  le prebalitezze culinarie assaporate in luoghi paradisiaci e suggellare questo ennesimo sodalizio sportivo con un altro dei più grandi allenatori al mondo. Ancelotti e signora trattati come fossero il Brad Pitt e l’Angelina Jolie del calcio, in questo week end che anticipa il raduno del nuovo Napoli. Ne vedremo delle belle, saremo informati isola per isola, tuffo per tuffo, spaghetto a vongole per pacchero allo scoglio, con il Presidente e First Lady vogliosi di stupire scarrizzando  per mare e ristoranti il nuovo comandante azzurro e la sua compagna. Speriamo che l’iperattivo De Laurentiis non esageri nel tour de force di questo week end da favola fra escursioni in barca o in elicottero, perché a questo proposito ricordiamo che Benitez e signora pur apprezzando la gentilissima ospitalità non gradirono più di tanto essendo poco abituati all’adrenalina marinara di quel vecchio lupo di mare del vulcanico presidente. E fu dopo quel fine settimana a quattro, che la splendida, altèra, ma molto riservata moglie di Benitez, la signora Maria de Montserrat, decise di non farsi vedere più nei paraggi della coppia De Laurentiis, ritirandosi definitivamente nella tranquilla Liverpool, lasciando il marito Rafa al suo destino nelle grinfie di quell’ossesso di presidente. Che se lo sciroppasse lui, d’altronde i contratti sono contratti e qualcuno dovrà pure portare i soldi a casa.  Peró, siamo ragionevolmente certi che fu proprio in quel week end al mare a far decidere Benitez che i suoi due anni di contratto non sarebbero stati rinnovati, anzi probabilmente avrebbe preferito lasciare già dopo il primo anno, ma De Laurentiis sui contratti è imbattibile e per Benitez non ci fu verso di tornare da moglie, figlia e cane in quel di Liverpool prima dei due canonici anni di contratto, se non in qualche pausa di campionato che gli fu pure rinfacciata da certa stampa ingrata e forse un po’ troppo zerbina. Con Ancelotti siamo persuasi che andrà diversamente, il buon Carletto ha già una discreta conoscenza di Adl, probabilmente al di là del calcio li accomuna il fatto di essere due gaudenti, entrambi amanti della buona tavola e sensibili al quel grande fascino che solo il mare sa suscitare in chi sa apprezzarne il suo mistero, la sua bellezza, la sua ricchezza. Quel mare che ha i colori della nuova avventura calcistica di Ancelotti, che speriamo sappia guidare verso rotte prestigiose e solcare con sicurezza, superando le perigliose scogliere della Serie A, che quest’altro anno si pre annuncia molto, ma molto agguerrita, non fosse altro per il probabile arrivo di una sua neanche tanto vecchia conoscenza, quel Cristiano Ronaldo con cui ha conquistaro la storica decima Champions nell’austera e irriconoscente Madrid. Quel CR7 che per ironia della sorte si ritroverà rivale nelle fila dell’odiatissima Juventus che a quanto pare neanche ad Ancelotti starebbe molto simpatica, malgrado esserne stato alla guida in una parentesi poco felice della sua splendida e prestigiosa carriera. Infatti ad Ancelotti, Torino e i colori bianconeri gli furono molto indigesti, da quelle parti è stato persino odiato, sicuramente osteggiato dalla frangia dei tifosi più estremisti,  e siamo certi  che accettare Napoli per lui è stata una bellissima occasione per regolare certi conti con un passato chr ancora pesa e visto che la squadra azzurra negli ultimi anni è stata quelka  più capace di mettere in discussione il potere bianconero. ecco che gli e stata presentata su un piatto d’argento l’occasione di vendicarsi e noi tutti tifosi azzurri e magari tutto il calcio Italiano, non si vede l’ora che qualcuno interrompa questo lungo dominio juventino e finalmente riportare a Napoli qualcosa che manca ormai da troppo tempo, Inter e Roma permettendo. Che Ancelotti si goda quest’ultimo week end di vacanza, lasci pure perdere per un paio di giorni la dieta ferrea che gli ha imposto il genero nutrizionista, ora in servizio permanente anche  del Napoli e poi si tuffi anima e corpo in questa affascinantissima, nuova avventura azzurra. Noi non possiamo che augurargli di poter sempre andare d’amore e d’accordo con un presidente difficile e complicato, e regalare a Napoli ciò che si merita, non fosse altro per ripagare la grande bellezza che questa città, il suo mare sanno elargire ogni giorno ai fortunati che possono permettersi di viverla bene, e non c’è alcun dubbio che i privilegiati del calcio possano vivere Napoli nei suoi aspetti più meravigliosi.

Pippo Trio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *