La musica che piace a Cityweek : Mùmmara Top Five
Novembre 9, 2018
“BUONA LA PRIMA” (Teatro e dintorni): “Amore… non buttarti giù !!!”
Novembre 12, 2018

SENZA BUSSOLA (di Gennaro Prisco) Fronte costituzionale per gli Stati Uniti d’Europa: Bassolino a capo della lista meridionale

Landini, Gentiloni, Bonino insieme nel Fronte costituzionale per gli Stati Uniti d’Europa. Bassolino alla testa della lista meridionale. Facciamo pace con noi stessi, assieme e contro il leghismo europadano.

di Gennaro Prisco

Degli amici  parlano spesso della decrescita felice come elisir di lunga vita e risolutore di ogni problema. Se ho capito bene: bisogna rinunciare al robottino. Irricevibile. Io, ad un robottino programmato per i lavori domestici, che si prende cura della mia casa, lo voglio, lo voglio assolutamente.

Decrescita felice: come se si potesse fermare la tempesta con una mano

Altra cosa è dire: non consumare il superfluo, rispetta il creato, adoperati affinché il robottino non sia nella sola disponibilità   dei pochi che tengono nelle proprie casseforti la ricchezza economica del mondo umano.

Dire qualcosa di occidentale, laico, accessibile a tutti

Tra qualche mese, in primavera, si voterà per il rinnovo del Parlamento europeo e le destre, con molte declinazioni fasciste, sentono profumo di vittoria. E se ciò accadrà, se dovessero vincere facile, l’Europa in men che non si dica, tornerà ad essere una comunità di nazionalismi con gli annessi e i connessi che la frantumazione di una comunità politica porta con se sul piano nazionale e geopolitico.

Ciò   che   sta   accadendo   molto   velocemente   è   manifesto:   dentro   e   fuori l’Europa,   in   libere  elezioni? 

Vengono   premiati   leader   e   movimenti   politici razzisti, omofobi, misogeni, egoisti, violenti, tenebrosi. Tutto questo buio politico è rappresentativo di un’ambiguità che viene percepita come pensiero social egemone. Social, appunto. Quindi non vero. La realtà è diversa: la maggioranza degli occidentali la pensa diversamente, è non emerge come pensiero egemone perché in occidente sono in crisi le organizzazioni politiche costituzionali e c’è una mancanza di leadership  che mette i brividi tanto è concentrata sull’avere consenso più che sull’essere autorevole rappresentante di un’idea di società democratica partecipata ed inclusiva. Dentro la quale il diritto di una sola persona è il diritto di tutti. Dentro la quale lo sviluppo della persona umana e lo sviluppo delle attività economiche non generino sfruttamento, immobilismo sociale, depressione e povertà.

​Quindi, robottino per tutti in nome di un occidente laico che aspira continuare ad essere “area di diritto” internazionale nella quale la libertà non si coniuga con il comando ma con la responsabilità

Cosa fare per non lasciare il campo aperto alle destre sovraniste? Facile,Watson: fare pace con noi stessi e assieme difendere l’Italia repubblicana e l’Europa. Insieme, mettendo da parte i particolari, le differenze. Diciamola tutta: Landini, Gentiloni e Bonino (tanto per citare ‘leader’ simbolo ) dovrebbero allearsi per offrire ai cittadini e alle cittadine italiane un modello occidentale di crescita felice, al grido di battaglia: “un robottino per tutto e per tutti”  se questi allieva le fatiche e allieta le giornate.

E dato che la forbice tra il nord e il sud del Paese è sempre più blu, candidare alla guida della lista meridionale Antonio Bassolino.

Fare la cosa giusta, le cose giuste, fare pace con noi stessi. Non è una bella prospettiva politica? Non è una risposta al sovranismo seria e sistemata? Non è il Fronte costituzionale la risposta esatta? Possibile in questo tempo di ritorno al passato, di chiusura nei propri confini, di costruzioni di muri, di polizia militare pronta a fare clik o boom in base all’occorrenza.

Un robottino può pulire casa, può provare emozioni, può ricevere ordini e portare al termine qualsiasi tipo di missione. La decrescita felice non potrà fermare questa evoluzione, che associata allo sviluppo della clonazione, si presenta come opportunità, o come sciagura. Da cosa dipende l’esito? Dalla Politica, dai governi. Che possono essere tirannici o dolci. E ciò dipende dalle storie dei popoli e delle nazioni. Dalla forza, o dalla debolezza e quindi dalle aree d’influenze. La nostra area geopolitica è l’Occidente. E’ l’Europa. E’ l’America. La nostra arma il voto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *