Quelli che della partita del Napoli a Bergamo non ci hanno capito nulla
dicembre 5, 2018
Manovra, Carfagna: “Bastardata della maggioranza sugli orfani di femminicidio”
dicembre 5, 2018

NUTRIZIONE Come si legge la dichiarazione nutrizionale di un alimento

di Laura Dipasquale*

L’energia che un cibo fornisce è “benzina” per il corpo ed è espressa in kcal (kilocalorie); si usa anche il kj (kilojoule) come unità di misura e 1 kcal corrisponde a circa 4 kj.

I principi nutritivi sono le molecole che forniscono energia e sono i grassi, i carboidrati, le proteine e, in parte, le fibre; invece i sali minerali e le vitamine sono principi nutritivi che non forniscono energia.

I grassi non sono tutti uguali e quelli a cui bisogna fare attenzione sono quelli saturi, che possono dare aumento del colesterolo cattivo ed altre problematiche cardiovascolari. Per questo motivo nelle tabelle nutrizionali sono indicati i grassi totali e i saturi in particolare.

I carboidrati si dividono in semplici (zuccheri) e complessi (amidi): sono gli zuccheri semplici che principalmente innalzano la glicemia nel sangue e possono determinare assuefazione, carie dentali e obesità. Per questo motivo nelle tabelle nutrizionali sono indicati i carboidrati totali e gli zuccheri.

Le fibre sono carboidrati complessi non digeribili e sono da assumere in quantità di 25 – 30 g al giorno.

Le proteine si dividono in nobili e non nobili a seconda della loro composizione amminoacidica e in tabella è riportato il loro valore complessivo.

Il sale (cloruro di sodio) che dovremmo consumare ogni giorno è pari a 6 grammi: un eccesso conduce a ipertensione ed è quindi importante limitare quello che assumiamo con gli alimenti, che si somma a quello che noi aggiungiamo ai cibi.

Tutti i valori riportati nella tabella nutrizionale sono indicati per 100 g o 100 ml di prodotto, mentre è facoltativo riportare i valori sulla singola porzione.

RI o AR sono invece i termini che indicano le assunzioni giornaliere di riferimento per un certo nutriente.

Qualora un alimento contenga particolari vitamine o sali minerali, anche questi vanno indicati in tabella.

Considerando che un adulto medio deve assumere circa 2000 kcal al giorno, è importante saper leggere una tabella nutrizionale e scegliere bene il cibo che acquistiamo!

*Laura Dipasquale – Biologa Nutrizionista
Studi: Via Raffaele Morghen n. 41 – Via Andrea d’Isernia n. 24/S – Napoli
cell: 351 9181496
e-mail: nutrizionista.lauradipasquale@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *