Prima di smantellare questo Napoli, bisogna che vinca un titolo importante
Gennaio 9, 2019
C’è un cambio generazionale fra i top player, aperta la caccia ai nuovi Messi e CR7 ma occhio anche ai ‘pacchi’
Gennaio 7, 2019

Pd, comitati renziani all’attacco: in Campania è fuga dal partito

di Peppe Papa

Se non è una diaspora poco ci manca, i comitati civici di Renzi stanno svuotando quel poco del Pd che è rimasto in Campania. Quelli già attivi in città e nel resto della regione sono una ventina, altri sono in via di formazione, i loro animatori quasi tutti fuoriusciti dal partito, o comunque auto relegatisi ai margini.

Centinaia di persone, un’emorragia destinata a proseguire fino al congresso di marzo, quando sarà chiara quale direzione prenderà l’organizzazione e le conseguenti mosse di Matteo.

Se la linea dovesse declinare verso sinistra-sinistra con ammiccamenti ai 5Stelle, sarà inevitabile che Renzi scatenerà tutte le bocche di fuoco che si stanno posizionando sul territorio per staccarsi e dare vita, insieme a Carlo Calenda suo caustico alleato, al famoso fronte repubblicano liberale, riformista e europeista per combattere la deriva populista che minaccia le istituzioni democratiche del nostro Paese e del continente intero.

Si vedrà.

Intanto è lungo l’elenco delle iniziative che hanno preso corpo a livello locale, circoli e comitati hanno aperto i battenti a Napoli, Caserta, Salerno, Battipaglia, Casalvelino, Afragola, Grumo Nevano, Marano, l’elenco è lungo, ognuno di loro ha già messo insieme un buon numero di aderenti.

Il 26 gennaio prossimo a Napoli si incontreranno, in una location ancora da stabilire, con Ivan Scalfarotto che è il coordinatore nazionale dei comitati civici presentati proprio da lui all’ultima Leopolda.

Ci sarà da discutere, questo è certo, visto che al momento tra le ‘truppe’ circolano due opzioni. La prima, quella di chi vorrebbe tagliare definitivamente i ponti con il “corpaccione molle” del partito e dare vita ad una nuova formazione politica, la seconda invece che non si rassegna ad abbandonare la casa madre e, dividendosi tra chi sta con Maurizio Martina, o con Roberto Giachetti, spera che al congresso di marzo cambi qualcosa.

Intanto, un’offerta politica è partita, piaccia o meno, e bisognerà in tutti casi averci a che fare, confrontarsi. La proposta è aperta, si riferisce ad un “desiderio di mobilitazione e coinvolgimento diretto” dei cittadini offrendo il “contenitore giusto, al di là di qualsiasi colore politico, per difendere le regole del gioco che il governo gialloverde sta mettendo in discussione”.

Troppo piccolo il Pd per uno scopo del genere e, soprattutto, per certi versi ancora immerso nel novecento.

Messa così è solo questione di tempo per la sua implosione, Renzi e i suoi non hanno fretta. “Non possiamo precipitare il nostro viaggio, amico mio – ha scritto qualche giorno fa su Fb l’ex premier rispondendo ad un suo fan che lo esortava a lanciare un nuovo partito –  abbiamo tempo, entusiasmo, libertà. Abbiamo sogni e sappiamo come realizzarli. Abbiamo gambe e testa. Abbiamo voglia e un desiderio profondo di fare dell’Italia un giardino di opportunità anziché una gabbia di paure. Lo abbiamo iniziato a fare, continueremo a farlo. E lo faremo ancora meglio, facendo tesoro dei nostri errori. Ma oggi precipitare il nostro viaggio significherebbe soltanto non partire proprio. E noi vogliamo partire, per arrivare. Per ritornare. Come a Itaca”.

Uno così, basta poco per prenderlo in parola. E attendere, sperando di non ‘morire prima’.

2 Comments

  1. Paola ha detto:

    Necessario aspettare il Congresso e poi riprendere il cammino delle riforme ovunque sia possibile e comunque in sintonia con i programmi dei partiti democratici d’Europa.

  2. Ugo Ferruzzi ha detto:

    Articolo molto ottimista….sarebbe interessante conoscere i nomi di quelli che già si sono schierati con i Comitati : e non mi riferisco a quelli degli aderenti/fondatori (trasparentemente disponibili per gli iscritti sul sito di Ritorno al Futuro) ma a quelli che – come al solito – lavorano nell’ombra pur di essere pronti a correre in aiuto di chiunque uscisse vincente….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *