“I segreti di Pulcinella”, raccontati da Paolo Isotta
Febbraio 1, 2019
EDITORIALE Fico-De Magistris, alleanza a ‘buon rendere’
Febbraio 1, 2019

“Giornata della memoria”, lezione conferenza alla fondazione De Martino

Secondo appuntamento di incontri aperti con la città e le scuole a cura della sociologa Francesca Piccolo presso la fondazione che ha sede nella V Municipalità

Questa mattina presso la sede del Laboratorio di Sociologia e Ricerca Sociale “SudCosciente” LNS-ASI, diretto dalla sociologa, Francesca Piccolo, che ha sede tutti i venerdì all’interno della Fondazione F. De Martino, V Municipalità del Comune di Napoli, si è tenuto il secondo appuntamento di conferenze aperta alla città, con una lezione interattiva “Giornata dedicata alla Memoria” con la partecipazione anche degli studenti del IV e V anno dell’ ISIS “Giustino Fortunato” accompagnati dai docenti.

La conferenza ha preso spunto dal Giorno della Memoria, di cui è trascorsa da poco la ricorrenza storica cogliendo l’occasione per offrire spunti e riflettere sui linguaggi dell’odio razziale partendo dalla grammatica del nazifascismo.

In questo appuntamento agli studenti sono stati proposti brani da leggere ad alta voce, Brecht, Mein Kampf, il Dizionario delle parole per ferire (Urban Dictionary) di Aaron PecKham, e attraverso le loro domande sono stati approfonditi i temi dando spunto agli interventi dei relatori.

Saluti del Direttore della Fondazione Francesco Eriberto D’Ippolito, Docente di diritto e delle Istituzioni politiche presso il Dipartimento di Scienze Politiche J. Monet, Università della Campania “Luigi Vanvitelli” – direttore del centro studi Fondazione F. De Martino e di Valentina Barberio, Assessore V Municipalità del Comune di Napoli con deleghe alle Politiche Attive, sociali, giovanili della famiglia, legalità.

La lezione sulla dinamica di comunicazione dell’odio animata da Francesca Piccolo ha introdotto alla lezione di bioetica sui temi del razzismo e della xenofobia tenuta dalla Prof.ssa Gina Melillo Bioeticista- Rettore PEGASO International in Malta, Direttore dell’unità italiana della Cattedra UNESCO di Bioetica.  Il tema della memoria nella didattica scolastica è stato poi affrontato dalla preside Giuseppina Iommelli. Nella corale partecipazione dei ragazzi e dei docenti la Giornata della Memoria, dunque continua ad avere il suo compito: quello di ricordaree vigilare sui diritti fondamentali dell’uomo e delle giovani generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *