Dopo gli scempi di Higuain e Sarri alla Juventus, ci fosse un dio nel calcio, il prossimo scudetto lo meriterebbe il Napoli, ma quel dio ci ha già dato, ora serve altro!
Agosto 15, 2019
I deliri di onnipotenza di Salvini, disinnescati da un grande Conte, che da ‘testa di legno’, si eleva a nuovo statista del prossimo governo
Agosto 21, 2019

Per ora il vero colpo di mercato è del Brescia con Balotelli. Sprint finale di Juventus e Napoli per Icardi, ma Wanda preferisce restare sulla sponda del lago

Quel marpione di Cellino, che fra i presidenti della Serie A è tra i pochi che ci capisce veramente di calcio, mette a segno il colpo Balotelli, facendolo tornare nella natia Brescia dopo aver rifiutato il Flamengo, e chissà che l’aria di casa non faccia bene a Supermario, che qualora avesse accettato Rio de Jainero come nuova destinazione, chissà quante ne avrebbe combinate… Meglio così per lui e per il calcio italiano che finalmente ritrova uno dei suoi ultimi top player incompiuti, ma soprattutto per il Brescia che al ritorno in Serie A con il suo acquisto si candida come favorita fra le squadre che dovranno salvarsi, perchè Supermario almeno dieci gol di quelli decisivi li realizzerà, ne siamo certi. Evidentemente era tanta la voglia di Balotelli di tornare in Italia dal fargli calare anche pretese fra ingaggio e destinazione… Certo gli sarebbe piaciuto un top club, magari il Napoli, che lotti alla pari in Italia e in Europa ma nessuno ha voluto scommettere su di lui, nemmeno prendendolo con il vantaggio dello svincolo. Per lui dimostrare di essere sempre un grande calciatore in alternativa non poteva esserci di meglio che la sua Brescia, quella città di provincia che lo ha già adottato sin dalla nascita e che nel calcio ha saputo accogliere e coccolare grandi protagonisti in disarmo come Baggio, Guardiola e ha lanciato Toni, Pirlo, il nostro Hamsik e adesso questo diamante in via di sgrezzatura di Tonali. Siamo certi che Balotelli pur combinando qualcuno dei suoi casini psico-fisiologici, tornerà a far parlare di se per le sue gesta calcistiche, anche perchè ormai sono le sue ultime chances per tornare in nazionale e per dimostrare che quando disse a Ronaldo di essere più forte di lui, non era poi così del tutto fuori di testa.. Diversamente, dovesse fallire ancora l’ennesima occasione, si spegnerà definitivamente la sua stella e non faranno nemmeno più notizia le sue frequenti marachelle che potevano essere giustificate nell’esuberanze di un emergente giovane talento , ma ora è un uomo a tutti gli effetti, essendo già da tempo padre di una bambina, vicino alla trentina che per un calciatore sono ormai la mezza età, per cui ora o mai più! Noi tutti speriamo nel suo riscatto, non fosse altro per arricchire la nostra nazionale di un talento mai del tutto sbocciato, ma solo appena accennato fra Inter, Milan e l’azzurro della nazionale. Abbiamo dedicato la premessa di quest’articolo a Balotelli perchè ne siamo stati sempre degli ammiratori del suo pur nevrotico e controverso talento, ed essendo degli inguaribili ottimisti siamo fiduciosi che questa volta possa essere per davvero la sua stagione. Glielo auguriamo di cuore al netto delle stupidaggini commesse nel corso della sua già lunga carriera, ma preferiamo ricordare quei rari momenti di vera gloria che pur ha vissuto fugacemente, alle sue Balotellate dentro e fuori dai campi! Detto questo, mancano poco più di una dozzina di giorni alla chiusura del calciomercato ed è già partito il countdown all’inizio del campionato che vedrà già prima che finisse il mercato, il primo big match fra la Juventus e il Napoli, le due maggiori contendenti anche per quest’anno della vittoria tricolore, con i bianconeri come sempre netti favoriti, per cui sarà già di vitale importanza per entrambi non perdere punti l’una nei confronti dell’altra. Questo finale trilling di calciomercato, soprattutto sulla questione Icardi, potrebbe risultare determinante in ottica scudetto, non solo per Juventus e Napoli ma anche per l’Inter e siamo ragionevolmente certi che, chi si aggiudicherà le grazie e i gol della coppia più chiacchierata del calcio italiano, probabilmente sarà la protagonista assoluta del campionato soprattutto se dovesse prenderlo il Napoli, anche perchè alla Juventus Icardi non è proprio una priorità, avendo già nel reparto fior di attaccanti. Anzi, con l’avvento di Maurito in bianconero potrebbero nascere solo problemi fra tutte quelle prime donne e magari potrebbe risultare determinante soprattutto in negativo, avvantaggiando indirettamente Napoli e Inter. Stesso discorso se dovesse restare a Milano, perchè di certo la querelle non gioverebbe alla serenità del gruppo nerazzurro e Conte lo conosciamo, è uno che sa spaccare i più grandi spogliatoi quando c’è qualcuno che gli rompe le uova nel paniere, al punto da aver rinunciato a cuor leggero ai due migliori calciatori dell’Inter degli anni scorsi, Nainggolan e quindi Icardi. E’ il Napoli l’unica squadra e l’unico club che potrebbe beneficiare indifferentemente sia dell’acquisto di Icardi, ma anche se non arrivasse per i motivi di cui sopra, perchè qualora arrivasse, il reparto offensivo azzurro già prolifico di suo avrebbe finalmente quel terminale e punto di riferimento che è tanto mancato dalla cessione di Higuain. Però, se Icardi non dovesse arrivare, e quindi con la complicità di Wanda Nara creare problemi legali, e non solo all’Inter, o alla Juventus fra tante altre prime donne, e allora ne beneficerà pur sempre il più sereno Napoli, che avrà comunque rimediato con Lozano, chissà se non James Rodriguez o Llorente nei panni di grande ex dal dente avvelenato alla Altafini. Tutto sta alle paturnie di mercato di De Laurentiis spesso risultate insieme alle sue lungaggini contrattuali controproducenti, non si capisce se per mancata volontà di spendere o per effettiva lungimiranza o capacità di intuito animale nelle scelte di mercato. Probabilmente un pò l’una e un pò l’altra ipotesi. Ad ogni modo De Laurentiis dovrebbe sforzarsi di accontentare Ancelotti che non è l’ultimo arrivato, e almeno insieme a Lozano, che diamo ormai per scontato, anche se di scontato quando si tratta del presidente non c’è mai nulla fino alla firma, ma almeno uno fra James e Llorente insieme al messicano De Laurentiis dovrebbe assicurarlo ad Ancelotti… Diversamente il sodalizio così sereno fino ad oggi potrebe cominciare a rilevare qualche crepa, che l’inizio al fulmicotone del campionato con le due trasferte a Firenze e Torino potrebbero solo accentuare. Non è nemmeno cominciato il campionato e finito il calciomercato che siamo già alla vigilia di quella che potrebbe essere o l’ultima spiaggia per il Napoli della coppia di tressette Ancelotti-De Laurentiis o l’inizio di una cavalcata vincente che potrebbe finalmente sdoganare il presidente del Napoli nel cuore di tutti i tifosi napoletani così divisi nel gradimento, come questo ennesimo flop alquanto clamoroso della campagna abbonamenti sta dimostrando. Ma basterà l’arrivo di Icardi o quello di James a trasformare rabbia e pessimismo in caldo entusiamo di una piazza che non vede l’ora di accendersi e gremire il San Paolo e tutti gli altri stadi d’Italia che ospiteranno il Napoli, prefetture permettendo? Ormai manca poco e i primi verdetti sono già imminenti. Intanto vediamo come finisce questo tormentatissimo mercato e questo inizio di stagione, che non aspettiamo altro!…

Pippo Trio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *