SCUOLA 2.0 (di Maria Rosaria Forni) Prove Invalsi, cancellato il “curriculum dello studente”
Marzo 5, 2020
SCUOLA 2.0 (di Maria Rosaria Forni) Alternanza scuola-lavoro, servono competenze per funzionare
Febbraio 18, 2020

L’Italia in ginocchio, il campionato di calcio è l’ultimo dei problemi, e la stagione sportiva finirà per essere annnullata

ALESSANDRIA, ITALY - AUGUST 04: Official ball of Lega Pro championship is displayed before the Coppa Italia Serie C match between Juventus U23 and Pergolettese at Giuseppe Moccagatta Stadium on August 04, 2019 in Alessandria, Italy. (Photo by Tullio Puglia - Juventus/Juventus FC via Getty Images)

Sul Coronavirus non diremo una parola in più di quante non siano già state dette e ridette, la nostra posizione nel merito è che vi è un caos tale che qualsiasi altro intervento non toglierebbe e non aggiungerebbe nulla a quanto sia stato già detto. Il danno per l’economia è enorme e le conseguenze saranno anche peggiori, sicuramente maggiori del danno sanitario che avrà causato questa subdola influenza, che comunque non sembra essere così mortale, ma evidentemente a qualcuno avrà fatto comodo cavalcare la paura è il panico che come sempre in questi casi si autoalimentano finendo per essere essi stessi il virus più pericoloso di quello che ormai ha contagiato il mondo intero. In tutto questo la vita continua e insieme ai contagiati, ai morti e ai guariti si cominciano a quantificare anche i danni. L’economia è in forte ribasso a cominciare da quei termometri che sono l’indice in borsa e lo spread, ma a catena già si comincia a temere per quel settore di cui noi in Italia si dovrebbe campare di rendita, il turismo. Per il settore delle vacanze si prevede un’annata sicuramente da dimenticare, se solo si riuscirà a rimettersi in piedi nelle stagioni a venire, e non sarà facile, ma un po’ tutta l’economia prevede grossi cali di fatturati, il Pil del Paese già sempre claudicante ormai è quasi alla paralisi, in tutto questo l’industria del calcio che fonda tutto nella cadenze delle date dei suoi settimanali eventi sta per saturarsi, non ci si raccapezza più fra decisioni confusionarie, lamenti dei protagonisti, regolarità dei tornei. Sarà difficile mettere ordine a tutto questo, serve buon senso, soprattutto senso di responsabilità e attendere che si riveda la luce dopo il tunnel, ma nessuno ancora può sapere quanto è lungo il tunnel, bisogna solo continuare a percorrerlo fino a che non arrivi un minimo bagliore di luce. Fra tutte le problematiche, quella della stagione calcistica che potrebbe saltare, ci sembra il danno minore, ma meglio cominciare ad abituarsi all’idea, sarà sempre meglio annullarla che far gridare agli scandali per salvare il salvabile e sempre i soliti noti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *